ArtePadova 2019: Partecipa al premio Banca Mediolanum

Banca Mediolanum, da sempre sensibile all’arte e agli artisti emergenti del panorama contemporaneo, continua la collaborazione con ArtePadova e la sezione dedicata all’arte accessibile che si svolgerà il prossimo 15 -18  novembre al Padiglione 1 di ArtePadova, mettendo a disposizione un premio dal valore di 1000€* riservato agli artisti già iscritti al Premio C.A.T.

Premio Banca Mediolanum è un premio d‘arte, finalizzato alla promozione e valorizzazione di artisti emergenti.

Il soggetto promotore del premio è Banca Mediolanum e ArtePadova.

Le iscrizioni si apriranno il 31 maggio e si chiuderanno il 31 ottobre (termine ultimo di iscrizione, ovvero di presentazione della domanda di partecipazione).

Al premio possono accedere tutti gli artisti emergenti, italiani e non, partecipanti al Premio C.A.T. Contemporary Art Talent di ArtePadova 2019.

Per maggiori informazioni contattare la segreteria organizzativa al numero 049 8800305 oppure mandare una mail a mery@fierenef.com




Ritorna il Premio Contemporary Art Talent – Arte Padova 2019

Dal 15 al 18 novembre 2019 ritorna CATS Contemporary Art Talent Show, la sezione dedicata all’arte accessibile di ArtePadova, storica Mostra Mercato d’arte moderna e contemporanea, giunta alla XXX edizione.

Molti parlano di cultura accessibile. Pochi creano le condizioni perché la cultura lo diventi veramente.

Molti parlano di valorizzare i talenti giovanili. Pochissimi concorrono affinché i talenti emergenti possano godere di spazi e visibilità deputati ai grandi maestri.

Molti parlano di avvantaggiare economicamente i giovani che vogliono entrare nel mercato dell’arte. Nessuno lo fa.

Per questo ArtePadova ha creato CATS Contemporary Art Talent Show: ampi spazi a disposizione di associazioni, collettivi, artisti indipendenti che ambiscono a entrare e affermarsi nel mercato dell’arte. Da oggi lo possono fare, godendo di quella magnifica vetrina espositiva e del feed-back mediatico di ArtePadova, da anni regina indiscussa delle fiere dedicate all’arte moderna e contemporanea.

Spazio alla creatività dunque, al “fare arte contemporanea”: il Padiglione 1, infatti, ospiterà installazioni, sculture, laboratori, workshops e performance dedicate ai nuovi linguaggi espressivi.

CATS diverrà allora melting pot dove gli artisti convergeranno per scambiare idee e ricevere suggestioni.

Un laboratorio artistico culturale senza pari con alcune proposte conviviali estremamente à la page che non mancheranno di stuzzicare e coinvolgere il pubblico.

Ad evidenziare la mission di CATS Contemporary Art Talent Show, di far conoscere i nuovi talenti, ritorna l’ambito premio collegato alla fiera, al quale potranno accedere tutti gli artisti espositori.

A tutti i partecipanti sarà dunque offerta una rilevante opportunità: ben 10 di loro entreranno nella finalissima e selezionati da una giuria di qualità, appositamente creata per l’evento, che sarà chiamata dapprima a valutare le opere in gara, scegliendo le 10 opere finaliste, dalle quali sfoceranno quindi le prime 4 classificate, che riceveranno un premio in denaro e la conseguente visibilità.

A tale scopo, la commissione giudicatrice sarà composta da alcune figure rappresentative legate, direttamente o indirettamente, al settore artistico emergente: alla giuria sarà affidato l’arduo compito di selezionare accuratamente le opere degli artisti iscritti in gara per aggiudicarsi questo originale riconoscimento.

C.A.T. 2019 è un premio d‘arte, finalizzato alla promozione e valorizzazione di artisti emergenti, con finalità legate alla valorizzazione del legame arte-mercato-impresa. Il soggetto promotore del premio è la fiera ArtePadova.

Le iscrizioni si apriranno il 31 maggio e si chiuderanno il 31 ottobre (termine ultimo di iscrizione, ovvero di presentazione della domanda di partecipazione).

Al premio possono accedere tutti gli artisti emergenti, italiani e non, espositori nella sezione CATS Contemporary Art Talent Show – ArtePadova 2019.

Per maggiori informazioni contattare la segreteria organizzativa al numero 049 8800305 oppure mandare una mail a mery@fierenef.com




ArtePadova ritorna dal 15 al 18 novembre 2019 e festeggia le 30 edizioni

Anche quest’anno i Padiglioni 1, 7 e 8 di Padova Fiere saranno animati dalla 30ª edizione di ArtePadova, una tra le più longeve manifestazioni nel mondo dell’Arte in Italia, che avrà luogo dal 15 al 18 novembre 2019.

Quattro giorni all’insegna dell’arte, con oltre 15.000 opere in mostra su 28.000 mq di superficie, la partecipazione di oltre 300 espositori e una media di 26.000 visitatori per anno, in uno dei distretti fieristici più produttivi d’Europa dalla forte risonanza nazionale e internazionale.

ArtePadova si caratterizza per riuscire a coniugare il mercato dell’arte moderna e contemporanea presentando ogni anno un’ampia rosa di artisti selezionati fra le migliori firme italiane e straniere, in un valzer di correnti artistiche che vanno dal Futurismo all’Informale, dall’Arte Zero alla Pop Art sino all’Arte Concettuale e all’Arte Povera. Anche quest’anno la kermesse permetterà un’ampia varietà di scelta per tutti i visitatori.

Per i collezionisti che vogliono puntare sui cavalli vincenti, la mostra presenterà una selezione di grandi interpreti dell’arte italiana del ‘900, come Lucio Fontana, Mario Sironi, Achille Perilli, Arnaldo Pomodoro, Piero Manzoni, Mimmo Rotella, Mario Schifano, Emilio Isgrò, Agostino Bonalumi, Carla Accardi, Tano Festa, Franco Angeli, Michelangelo Pistoletto e il fenomeno Alighiero Boetti, per citarne solo alcuni.

Per chi invece è interessato al cosiddetto “oceano blu” del mercato, la kermesse proporrà artisti dalle quotazioni sempre più in ascesa fra cui Paolo Cotani, Beatrice Gallori e Tino Stefanoni.

ArtePadova già in passato si è infatti distinta per saper intercettare le nuove tendenze del mercato, ad esempio lanciando il gruppo d’avanguardia giapponese Gutai, di cui anche quest’anno si potranno ammirare opere selezionate, ma anche promuovendo i Maestri dell’Estroflessione come Enrico Castellani, Agostino Bonalumi, Giuseppe Amadio e Turi Simeti, i cui lavori saranno anch’essi presenti in questa imminente edizione.

Non solo firme nazionali ma anche internazionali, come quella di Nobuyoshi Araki, considerato il più spregiudicato e osannato fotografo contemporaneo giapponese.

ArtePadova non è solo un importante palcoscenico per artisti affermati o che si stanno affermando, ma anche per talenti emergenti che saranno presenti nella sezione Contemporary Art Talent Show, riservata a gallerie, associazioni, artisti indipendenti e collettivi che presentino opere d’arte dal costo inferiore ai 5000 euro, arricchita quest’anno dal Premio C.A.T.  e dalla 3^ edizione del Premio Mediolanum, confermando ancora una volta il primato di ArtePadova nella promozione del domani dell’arte.

Una rassegna arricchita da eventi collaterali, un vivace calendario di incontri, conferenze e performance dal vivo, attesa ogni anno da un numero considerevole di operatori, visitatori, investitori e collezionisti provenienti da ogni angolo d’Italia ed Europa che porterà questa edizione ad essere oltre che terreno di scambio anche terreno di semina e fermentazione di idee, progetti, conoscenze, abitudini consolidate e nuove rivolte al prodotto artistico.

Per visitare ArtePadova è possibile scaricare il BIGLIETTO RIDOTTO SPECIALE A 1€ compilando il form all’indirizzo: http://www.artepadova.com/biglietto-ridotto/

DATE:

15-18 novembre 2019

PREVIEW AD INVITI

giovedì 14 novembre dalle ore 18.00

ORARI        

da venerdì 15 a domenica 17 novembre dalle 10.00 alle 20.00

lunedì 18 novembre dalle 10.00 alle 13.00

SETTORI
Arte Moderna e Contemporanea; Contemporary Art Talent Show; librerie ed editoria d’arte

DOVE

Quartiere Fieristico di Padova PAD. 1,7, 8

INGRESSI

Via Niccolò Tommaseo ACCESSI AI PAD. 7 e 1

Via Rismondo, Gate L Park Nord ACCESSO PAD. 8

TITOLI D’INGRESSO

Biglietto intero: € 10,00

Biglietto ridotto: € 4,00

Riservato a gruppi (minimo 10 persone), Forze dell’Ordine, persone over 65, agli studenti universitari (gli interessati dovranno presentarsi alla biglietteria muniti di documento per l’accertamento dell’appartenenza ad una delle categorie di utenza dianzi individuate e di un documento di riconoscimento personale), ai diversamente abili (l’accompagnatore ha diritto all’ingresso omaggio), ai ragazzi dagli 11 ai 17 anni.

Biglietto ridotto speciale: € 1,00

Riservato ai soci AICS, ASI, CENTRO ZIP, CRAL, CSEN, DLF, NOI, Touring Club, Università Popolare di Padova. Gli interessati dovranno presentarsi alla biglietteria muniti di documento per l’accertamento dell’appartenenza ad una delle categorie di utenza dianzi individuate e di un documento di riconoscimento personale.

Ingresso gratuito:

Riservato ai possessori di Carta Feltrinelli e a un loro accompagnatore; ragazzi fino a 10 anni compresi, e tutte le scolaresche, compresi gli accompagnatori, previa richiesta alla Segreteria Organizzativa via mail o fax.

NB: Nel quartiere è consentito l’ingresso agli animali di piccola taglia al guinzaglio e di media e grande taglia al guinzaglio con la museruola.

 

SEGRETERIA ORGANIZZATIVA
NORD EST FAIR SRL

Via A. Costa, 19 – 35124 Padova
Tel (+39) 049 8800305
Fax (+39) 049 8800944
E-mail giulia@fierenef.com

 

www.artepadova.com

 

Follow us on Facebook:

https://www.facebook.com/ArtePadovaOfficialPage/

https://www.facebook.com/events/1466867556767472/

Twitter: @ArtePadova




Contest artistico Under 30: “Show & Tell – Pensa, crea, mostra”

Show & Tell

Pensa, crea, mostra

Partecipa al nuovo CONTEST UNDER 30

Sei un giovane artista?

Sei un giovane curatore?

Siete un collettivo, avete un progetto artistico?

Presentatelo a Show & Tell  il Contest dedicato alla promozione dei giovani creativi Under 30, per la prossima edizione di ArtePadova – Contemporary Art Talent Show 2019!

Una giuria decreterà il progetto vincitore del Contest che avrà la possibilità di venire esposto in uno spazio espositivo ad ArtePadova, nella sezione “Contemporary Art Talent Show”!

Il progetto sarà inoltre pubblicato all’interno del catalogo cartaceo e diffuso online per la prossima edizione di ArtePadova, ed inoltre potrà essere presentato al pubblico durante un incontro organizzato nello Spazio Conferenze di ArtePadova.

Il contest è aperto a tutti gli studenti, gli artisti e i curatori che abbiano meno di 30 anni. Il tema è libero.
I partecipanti dovranno presentare il proprio progetto artistico (presentazione, artisti ed opere presentati, eventuali eventi, performance o laboratori collegati al progetto, progetto di allestimento) entro e non oltre il giorno 13 ottobre 2019.

Per partecipare al contest è necessario inviare il progetto ed il modulo di iscrizione, in formato digitale o cartaceo.  La partecipazione è gratuita.

Il modulo di iscrizione si può richiedere via email o scaricare a questo link:

MODULO ISCRIZIONE SHOWANDTELL

I progetti inviati devono pervenire entro e non oltre il 13/10/2019 al seguente indirizzo postale:

N.E.F. – via Andrea Costa, 19 – 35124 Padova (farà fede la data di ricezione).

Oppure all’indirizzo mail:

mery@fierenef.com

Per informazioni rivolgersi alla Segreteria Organizzativa anche telefonicamente allo 049 8800305 o via mail a mery@fierenef.com




ARTE CERTO, ad ArtePadova la blockchain di Noima per certificare gli archivi d’artista

Utilizzare la tecnologia blockchain per la creazione dell’archivio d’artista e la certificazione delle opere d’arte, a garanzia del collezionista e dell’artista: è la scommessa al centro di una sperimentazione nata dalla collaborazione tra ArtePadova e la startup padovana Noima, lanciata in questi giorni durante la Mostra mercato di Arte Moderna e Contemporanea.

La nuova applicazione di CERTO – app lanciata da Noima per la web reputation e la tutela del Made in Italy – è stata presentata in anteprima al mondo dell’arte: oltre a consentire la certificazione delle opere in modo semplice e immediato, CERTO permette ora il mantenimento e la gestione sicura dell’archivio d’artista, database che codifica tutte le opere prodotte e ne certifica l’autenticità.

Ma come funziona, in concreto, l’applicazione ArteCERTO? «Passando lo Smartphone su un QR Code attaccato all’opera – spiega Monica Bortolami, founder di Noima – l’acquirente o il visitatore possono visualizzare il nome dell’artista, il numero di archivio e l’anno di realizzazione, ma non solo: possono conoscere anche tutti i passaggi di proprietà intervenuti e tutte le altre opere a firma di quell’artista. D’altra parte l’artista può tenere monitorato in tempo reale il percorso di tutte le sue creazioni e disporre di uno strumento inoppugnabile nel caso voglia smascherare dei falsi: la blockchain, protocollo fondato su un database distribuito di transazioni di dati crittografate e identificate da una marcatura temporale, è infatti la tecnologia più sicura esistente per la gestione  e lo scambio di informazioni. Per realizzare l’app ci siamo affidati alla startup innovativa EZ lab, leader nell’applicazione della tecnologia blockchain».

«Un’opportunità preziosa per tutti gli artisti non certificati – spiega Nicola Rossi, direttore artistico di ArtePadova – che in questo modo possono mettersi al riparo dai falsi, con una spesa contenuta ed evitando le complicazioni della burocrazia»

ArtePadova ospita Noima in un spazio espositivo, in cui artisti e collezionisti possono toccare con mano le potenzialità dell’applicazione della blockchain al mercato dell’arte.

ArtePadova è la rassegna che porta a Padova il mercato dell’Arte moderna e contemporanea e che offre a migliaia di operatori, visitatori, investitori e collezionisti provenienti da ogni angolo d’Italia ed Europa quattro giorni imperdibili per scoprire e migliorare idee, progetti, conoscenze, abitudini rivolte al prodotto artistico.

 

Noima è una startup innovativa, fondata nel 2017, specializzata in soluzioni digitali avanzate per la gestione della web reputation e risk management. Combina competenze dell’ingegneria reputazionale, della comunicazione digitale e dell’area legale per la tutela del marchio e della persona. Le aree in cui opera sono brand protection, cyber security e human resources. Ha sede operativa a Padova, allo Start Cube del Galileo Visionary District, e tre sedi di consulenza professionale a Milano, Roma e Genova.

 

 




La Pop Art Italiana e l’Arte Cinetica ad ArtePadova 2018

ArtePadova 2018 dal 16 al 19 novembre porta nella Città del Santo alcune delle opere più importanti del panorama artistico nazionale.

Spazio alla Pop Art italiana. Alla fine degli anni Cinquanta cominciò a formarsi un gruppo di artisti che per i mezzi utilizzati e gli esiti pittorici fu definito pop, legando la loro esperienza artistica ai maestri anglosassoni. Si tratta della Scuola di Piazza del Popolo, a Roma, che raccoglieva artisti come Franco Angeli, Tano Festa, Giosetta Fioroni e Mario Schifano, i cui lavori sono presenti in gran numero all’interno della fiera d’arte padovana, in un confronto non solo con i nomi internazionali ma anche con le opere di matrice informale di cui la Pop Art intendeva porsi come netta alternativa. Altro artista presente in fiera con diverse opere è Mimmo Rotella, uno dei protagonisti assoluti della scena artistica della seconda metà del XX secolo.

Come la Pop, anche l’Arte Cinetica rappresenta una netta reazione all’arte informale, seppur declinata in forme, stili e modi completamente diversi. Ad ArtePadova i visitatori potranno ammirare il lavoro di Franco Costalonga, presente in fiera con una serie di opere semoventi, cinetiche appunto, che mostrano i motivi salienti della sua produzione, dalla più storicizzata alla più recente. Non solo, in fiera è presente Alberto Biasi, raccontato con un notevole numero di opere che rievocano la storia e l’esperienza del Gruppo N padovano arrivando ai suoi lavori più recenti e personali. Padovano di nascita, Alberto Biasi, dopo aver fondato il gruppo N negli anni ’60, ha continuato la propria ricerca per tutta la vita, in maniera autonoma e mai banale.

Pop Art e Arte Cinetica saranno approfondite durante due conferenze curate dal Club dell’Ornitorinco presso il padiglione 8 della Fiera di Padova. Sabato 17 novembre Ore 15:00 si parlerà delle sperimentazioni della Scuola di Piazza del Popolo, domenica 18 novembre alle 15:30 della storia di Biasi e del Gruppo N.

 




ArtePadova, dal 16 al 19 novembre torna l’appuntamento con La Fiera d’Arte Moderna e Contemporanea

COMUNICATO STAMPA

La 29ª edizione di ArtePadova anima i padiglioni 1,7 e 8 di Padova Fiere dal 16 al 19 novembre 2018. Una delle più importanti manifestazioni del mondo dell’Arte a livello nazionale offrirà ai visitatori la possibilità di ammirare i grandi nomi dell’arte moderna e contemporanea e di scoprire tutte le novità presenti sul mercato.

I numeri di ArtePadova raccontano un successo che dura da trent’anni: oltre 15.000 opere in mostra su 28.000 mq di superficie, la partecipazione di oltre 300 espositori e una media di 26.000 visitatori per anno, in uno dei distretti fieristici più produttivi d’Europa dalla forte risonanza nazionale e internazionale.

La capacità di raccontare il mercato dell’arte moderna e contemporanea offrendo al suo pubblico un’ampia varietà di scelta è la vera forza di ArtePadova. Anche quest’anno i visitatori saranno accompagnati in un viaggio tra correnti e stili differenti, dal Futurismo all’Informale, dall’Arte Zero alla Pop Art sino all’Arte Concettuale e all’Arte Povera.

I padiglioni 7 e 8 saranno dedicati ai grandi nomi dell’arte italiana ed internazionale. Tra gli artisti più rappresentati di questa edizione menzioniamo l’acquerellista americano Paul Jenkins, il pittore francese Georges Mathieu, mancato nel 2012, e l’italiano Roberto Crippa, importante esponente dello spazialismo italiano del Novecento.

Per i collezionisti alla ricerca di grandi nomi, la mostra presenterà una selezione dei più importanti interpreti dell’arte italiana del ‘900, come Lucio Fontana, Mario Sironi, Achille Perilli, Arnaldo Pomodoro, Alberto Burri, Michelangelo Pistoletto, Jannis Kounellis per citarne solo alcuni. Torneranno ad ArtePadova alcuni degli interpreti lanciati durante le edizioni passate, dimostrazione della capacità della mostra di intercettare le nuove tendenze del mercato: il gruppo d’avanguardia giapponese Gutai e i Maestri italiani dell’Estroflessione, come Enrico Castellani, Agostino Bonalumi e Turi Simeti, oltre ad artisti dalle quotazioni sempre più in ascesa fra cui Paolo Cotani, Beatrice Gallori e Tino Stefanoni.

Spazio anche alla fotografia, come quella del giapponese Nobuyoshi Araki, considerato uno dei più spregiudicati autori contemporanei.

Altri protagonisti italiani in fiera saranno Getulio Alviani, mancato a febbraio di quest’anno, alcuni artisti del movimento romano “Scuola di Piazza del Popolo” come Franco Angeli, Mario Schifano, Giosetta Fioroni e Tano Festa, esponenti dell’arte cinetica italiana quali Bruno Munari, Franco Costalonga, Ferruccio Gard e il fondatore del Gruppo N padovano: Alberto Biasi. Sarà possibile ammirare le opere degli astrattisti Piero Dorazio e Carla Accardi ed altre del grande artista veneto dell’informale Emilio Vedova, le cui opere hanno raggiunto quotazioni vicine al milione di euro.

Non mancheranno artisti come Achille Perilli, Pietro Gilardi, Emilio Scanavino, Mimmo Rotella, ed Enrico Baj, oltre a due opere dal valore inestimabile: “Le Muse Inquietanti”, splendido capolavoro di Giorgio De Chirico e un nudo di Renato Guttuso, tela del 1957, davvero imperdibile.

 Presente in fiera l’opera “Il Viaggiatore Astrale” di Maria Lai, artista rilanciata nel mercato internazionale dalla gallerista americana Marianne Boesky nel 2017 e battuta quest’anno da Christie’s per 150.000 sterline. Altro artista di grande rilevanza in termini sia artistici che di mercato, è Alighiero Boetti di cui i visitatori potranno ammirare opere come “Origami, anch’essa premiata da Christie’s nel 2017, quando un pezzo di questa serie è stato battuto per più 38.000,00 €.

Grande protagonista dell’Arte Italiana del secondo Novecento, Gino De Dominicis sarà celebrato con un’esposizione personale in occasione dei vent’anni dalla sua morte.

Estremamente attuali le tele dell’artista cubano Alexis Leiva Machado, meglio conosciuto come Kcho, che raccontano l’indagine e la riflessione sui migranti che salpano dalla sua terra e che saranno ospitate in uno stand dedicato, ricordo della mostraKcho. Resurrección.

Pittore variopinto e mai banale è sicuramente Gianfranco Asveri di cui saranno esposte alcune opere provenienti dalla mostra Qui non piove mai!”.

I visitatori potranno ammirare le opere di Christo, uno degli artisti più quotati al mondo. A livello internazionale, si possono segnalare anche l’uruguaiano Pablo Atchugarry, conosciuto per le sue sculture in marmo, Hans Hartung, con le sue tele astratte, gestuali e materiche, rilevato nel mercato dell’arte di quest’anno come uno dei nomi in costante crescita e l’austriaco Jorrit Tornquist, genio del colore.

Spazio anche ai talenti emergenti. Il padiglione 1 sarà dedicato alla sezione Contemporary Art Talent Show (C.A.T.S.), riservata a gallerie, associazioni, artisti indipendenti e collettivi che presentano opere d’arte Under 5000, un vero e proprio trampolino di lancio verso il mercato grazie il premio C.A.T., ideato per aprire le porte del mondo dell’arte a chi non trova strumenti e canali per proporre il proprio lavoro. Un’intera area del padiglione 1 sarà dedicata alle opere in lizza per dare massima visibilità ai partecipanti del concorso, cui si aggiungono il Premio Mediolanum e la 2^ edizione del contest Show and Tell – Pensa Crea Mostra, riservato ad artisti, curatori, collettivi Under 30.

Anche quest’anno ArtePadova sarà arricchita da eventi collaterali, performance dal vivo, incontri e conferenze. Da segnalare Industria+Cultura=INDUCULT 2.0, ambizioso progetto a livello europeo della Camera di Commercio di Padova, riguardante il patrimonio industriale e la valorizzazione delle risorse culturali delle industrie e delle imprese creative locali. Inoltre, verrà presentato il vincitore del concorso internazionale “Arte e Cultura industriale”, legato a INDUCULT 2.0.

Per concludere la Galleria Ca’ di Fra’ presenterà una selezione di tele e acquerelli di Fabio Civitelli storico disegnatore di Tex Willer, anteprima della mostra personale in programma dal 17 gennaio al 15 marzo 2019 presso la galleria milanese.

ArtePadova è la rassegna che porta a Padova il mercato dell’Arte moderna e contemporanea e che offre a migliaia di operatori, visitatori, investitori e collezionisti provenienti da ogni angolo d’Italia ed Europa quattro giorni imperdibili per scoprire e migliorare idee, progetti, conoscenze, abitudini rivolte al prodotto artistico.

DATE:

16-19 novembre 2018

PREVIEW AD INVITI

giovedì 15 novembre dalle ore 18.00

ORARI        

da venerdì 16 a domenica 18 novembre dalle 10.00 alle 20.00

lunedì 19 novembre dalle 10.00 alle 13.00

SETTORI
Arte Moderna e Contemporanea; Contemporary Art Talent Show; librerie ed editoria d’arte

DOVE

Quartiere Fieristico di Padova PAD. 1,7, 8

INGRESSI

Via Niccolò Tommaseo ACCESSI AI PAD. 7 e 1

Via Rismondo, Gate L Park Nord ACCESSO PAD. 8

TITOLI D’INGRESSO

Biglietto intero: € 10,00

Biglietto ridotto: € 4,00

Riservato a gruppi (minimo 10 persone), Forze dell’Ordine, persone over 65, agli studenti universitari (gli interessati dovranno presentarsi alla biglietteria muniti di documento per l’accertamento dell’appartenenza ad una delle categorie di utenza dianzi individuate e di un documento di riconoscimento personale), ai diversamente abili (l’accompagnatore ha diritto all’ingresso omaggio), ai ragazzi dagli 11 ai 17 anni.

Biglietto ridotto speciale: € 1,00

Riservato ai soci AICS, ASI, CENTRO ZIP, CRAL, CSEN, DLF, NOI, Touring Club, Università Popolare di Padova. Gli interessati dovranno presentarsi alla biglietteria muniti di documento per l’accertamento dell’appartenenza ad una delle categorie di utenza dianzi individuate e di un documento di riconoscimento personale.

Ingresso gratuito:

Riservato ai possessori di Carta Feltrinelli e a un loro accompagnatore; ragazzi fino a 10 anni compresi, e tutte le scolaresche, compresi gli accompagnatori, previa richiesta alla Segreteria Organizzativa via mail o fax.

NB: Nel quartiere è consentito l’ingresso agli animali di piccola taglia al guinzaglio e di media e grande taglia al guinzaglio con la museruola.

Contemporary Art Talent Show (C.A.T.S.): le opere sono riconoscibili perchè contrassegnate all’interno degli spazi espositivi con un’apposita identificazione, consultabili nel nostro sito fin da ora: http://www.artepadova.com/al-padiglione-1-opere-under-500-opere-che-costano-meno-di-500-euro/

SEGRETERIA ORGANIZZATIVA
NORD EST FAIR SRL

Via A. Costa, 19 – 35124 Padova
Tel (+39) 049 8800305
Fax (+39) 049 8800944
E-mail giulia@fierenef.com

 

www.artepadova.com

 

Follow us on Facebook:

https://www.facebook.com/ArtePadovaOfficialPage/

https://www.facebook.com/events/1466867556767472/




UNA GALLERIA D’ARTE? NO UNA BANCA… IN ARTE “MEDIOLANUM”

Banca Mediolanum nasce nel 1997, come risultato di un’appassionante percorso di crescita imprenditoriale, che si sviluppa a partire da una brillante intuizione di Ennio Doris, il quale decide di rivoluzionare la tradizionale concezione di banca, valorizzando al massimo la centralità del cliente, a cui viene affiancato un professionista dedicato: il consulente globale, ossia una figura capace di assistere e consigliare adeguatamente il risparmiatore, per qualsiasi esigenza attinente al mondo dell’investimento finanziario, della protezione assicurativa e dei servizi bancari in genere.

In questa avventura Doris viene affiancato dal gruppo Fininvest, che fornisce un prezioso supporto in termini di capacità
economica e imprenditoriale. Banca Mediolanum SpA si pone sin da subito subito in modo innovativo sul mercato, da una parte servendosi della tecnologia più evoluta e facile da usare, dall’altra garantendo un servizio personalizzato, con la presenza del consulente dove e quando il cliente lo richieda. Nel 2002 Banca Mediolanum cresce anche a livello europeo, con l’acquisizione della tedesca Bankhaus August Lenz & Co AG.
Nel 2015, a seguito della fusione per incorporazione con Mediolanum S.p.A., diventa la società capogruppo del Gruppo Mediolanum, sostituendo quindi l’incorporata nelle quotazioni nell’indice FTSE MIB della Borsa Italiana.
Le modalità di interazione con il cliente si sviluppano privilegiando canali alternativi, quali telefono, mediavideo e internet, senza per questo trascurare il tradizionale servizio di sportello, garantito nella maniera più capillare, grazie alla convenzione stipulata con
Poste Italiane e Banca Intesa per l’utilizzo della loro estesa rete di filiali. Nel tempo, la figura del family banker, ossia di un consulente personalizzato per ciascun cliente, diviene sempre più punto di riferimento per il risparmiatore, rappresentando quel “volto umano” che costituisce uno dei primari punti di forza della gamma di servizi della banca online.
Negli anni cresce inoltre l’attenzione della Banca nei confronti della clientela che, per livello e complessità patrimoniale, richiede prodotti e strumenti di particolare sofisticazione. Con la consueta prontezza, Banca Mediolanum crea e struttura in maniera esemplare
un eccellente servizio di wealth management, ponendo al servizio dell’investitore professionisti particolarmente connotati sotto il profilo della competenza tecnica: i private banker. Proprio a Padova nasce la prima struttura all’insegna dell’avanguardia, chiamata
Casa Mediolanum, che vuol essere non solo banca, ma occasione di condivisione con il cliente di esperienze e valori che vadano oltre il perimetro economico, aprendosi in special modo alla cultura contemporanea, nella forma dell’arte figurativa. Ed ecco che
in Casa Mediolanum viene creata un’importante collezione di arte contemporanea, il cui fil rouge è quello della pop art americana ed europea, movimento diffusosi negli anni ’60 del ‘900, generato dalla reazione degli artisti alla nuova realtà economica e sociale di quel periodo. Un’arte fondata su principi ben individuati, legati alla produzione in serie, alla replicazione automatica, alla negazione di senso al gesto creativo, per giungere alla decontestualizzazione dell’oggetto quotidiano. Se è noto che questa profonda rivoluzione ha ispirato le realizzazioni di artisti come Andy Warhol, Roy Lichtenstein, Keith Haring, Jacques Villeglé, Armand Pierre Fernandez, presenti peraltro con numerose opere in questa collezione, è altrettanto innegabile che la pop art e più in generale l’esperienza artistica che classifichiamo come arte contemporanea, è un’esperienza non conclusa, ma che continua ad esprimersi attraverso la ricerca creativa di molti giovani talenti. «La forza dell’Italia e di Padova è l’arte, e per questo come banchiere ho deciso di legarla alla nostra attività».

Così si è espresso il Presidente Ennio Doris, fondatore e presidente di Banca Mediolanum, lo scorso 9 settembre 2016, quando ha presentato il nuovo progetto di riqualificazione urbana che porta la firma di Banca Mediolanum e riguarda  l’area che va da piazzetta Bussolin, sede di Casa Mediolanum, sino al centro storico cittadino e precisamente alla Chiesetta di Sant’Agnese in via Dante. Il progetto, che porta il significativo titolo di “Padova Urban Gallery”, prevede la realizzazione di un “boulevard degli artisti”, che costeggerà il Piovego e Ponte Molino, con installazioni e atelier in cui noti maestri potranno cimentarsi nella realizzazione di alcune opere “en plein air”, come
avveniva in passato per molti campioni delle avanguardie parigine. E’ prevista anche l’indizione di un concorso pubblico a cui parteciperanno artisti di assoluto livello.
«Noi siamo nati qui come realtà e vogliamo fare di Padova la nostra personale capitale» ha proseguito il patron di Mediolanum «perché avremmo potuto realizzare la nostra sede in una via del lusso e invece noi vogliamo portare la bellezza dove non c’è. Poi vogliamo
aiutare gli artisti, i nuovi artisti, perché quello che oggi sembra di nicchia domani non lo è». Oltre alle opere d’arte, a segnare il percorso, nei progetti curati dal responsabile della sede padovana di Mediolanum Stefano Pirrone, ci saranno un bistrot dell’arte, una
libreria con sala lettura, una foresteria e una galleria espositiva.
«L’idea è quella di riqualificare tutta la città attraverso l’arte e la bellezza» ha spiegato Pirrone «e Mediolanum ha pensato anche ad una Fondazione per l’arte contemporanea per migliorare il benessere delle persone. Progetto che non è più rinviabile e che avvieremo a breve».

Banca Mediolanum:
non solo consulenza globale ma uno spazio dove si incontrano arte, cultura, fascino.
Uno spazio che ogni mese saprà trasmettervi nuove emozioni.
Una galleria d’arte? No una Banca… in arte “Mediolanum”
P.zza G. Bussolin 15 – 35137 Padova

 




Premio Mediolanum – Sezione CATS Contemporary Art Talent Show 2018

Banca Mediolanum, da sempre sensibile all’arte e agli artisti emergenti del panorama contemporaneo, continua per il secondo anno la collaborazione con CATS-Contemporary Art Talent Show, la sezione dedicata all’arte accessibile che si svolgerà il prossimo 16 – 19 novembre al Padiglione 1 di ArtePadova, mettendo a disposizione un premio dal valore di 1000€* riservato agli artisti già iscritti o che si iscriveranno al premio C.A.T. – Contemporary Art Talent.

Una concreta e duplice opportunità quindi per tutti i partecipanti del Padiglione 1: non solo il premio CAT, che permetterà la messa in mostra del lavoro vincitore all’interno di un’apposita area della fiera godendo dell’attenzione mediatica che ArtePadova assicura, ma anche una premiazione che doterà i vincitori di un importante riconoscimento in denaro, congiunto alla possibilità di avvalersi di un palcoscenico di prestigio che solo un’istituzione predisposta ai nuovi linguaggi dell’arte quale Mediolanum può offrire.

Le iscrizioni apriranno il 9 ottobre 2018 per chiudersi il 31 ottobre 2018 e ciascun artista potrà presentare un solo lavoro artistico.

La cerimonia di premiazione si svolgerà in occasione di ArtePadova, domenica 18 novembre alle ore 11.30, presso la Sala Convegni del Padiglione 1.

Un’ulteriore opportunità per tutte le nuove generazioni dell’arte contemporanea offerta da Contemporary Art Talent Show, che attraverso il sostegno di Banca Mediolanum conferma ancora una volta il primato di ArtePadova nella promozione del domani dell’arte.




Calendario Conferenze ArtePadova padiglione 8

Calendario Sala Conferenze ArtePadova – padiglione 8:

 

Sabato 17 novembre 

Ore 15.00

“Tra Pop e Op: la Pop Art a Roma”, relatore Giulio Vaccher, a cura del Club dell’Ornitorinco

 

Ore 16.00

“News da ARTEiNworld” Interverranno: Lorella Pagnucco Salvemini, Direttore responsabile, Diego Cicciarella Direttore finanziario, Leonardo Dell’innocenti Art&Trust, Claudio Francesconi Direttore Web e social media, Michele Ciolino Hashtag space, Massimo Ferrarotti – Presidente Associazione Vulturale Spirale d’Idee – Archivio Berlingeri

 

Ore 18.00

“I colori come strumento di Bottega dell’Arteterapeuta: alla ricerca della meraviglia e dello              stupore di fronte all’esperienza di luce all’interno del foglio”. Relatrice Valentina Nanni a cura di Leonart Gallery – Treviso

 

Domenica 18 novembre

 Ore 15.30

“Tra Pop e Op: Optical Art tra Padova e MIlano”, relatrice Tullia Zanella, a cura del Club dell’Ornitorinco.

 

Ore 17.00

Presentazione del libro “La Cappella degli Scrovegni sotto il segno dei Templari” di Maria Beatrice Autizi, casa editrice “Editoriale Programma”. Sarà presente l’autrice, modera Titano Pisani, consulente editoriale.

 

Ore 18.00

Il RIVS, Registro Italiano Veicoli Storiciorganizza l’incontro:”Auto d’epoca: un viaggio tra eventi, passione, arte e cultura“. Presentano il presidente nazionale RIVS, Rossano Nicoletto, e il Direttore Artistico di ArtePadova, Nicola Rossi. Si dibatterà su tematiche legate al motorismo storico e a tutto ciò che ruota attorno al mondo del collezionismo di auto d’epoca. Al termine della conferenza, avranno luogo le premiazioni della 1^ edizione del Concorso d’Eleganza “Best of ArtePadova”. Verrà premiata l’auto più votata dal pubblico tra le 16 in concorso.

 

SPAZIO TEX WILLER  a cura della Galleria Ca’ di Fra’, Milano – PADIGLIONE 7

Fabio Civitelli, storico disegnatore di Tex Willer, incontra il pubblico sabato 17 novembre dalle ore 17.00 presso lo SPAZIO TEX WILLER al padiglione 7.