Biglietto

L’Artista Franco Fortunato ad ArtePadova 2017 con il progetto “LA STORIA DELLA QUERINA”

image_pdfimage_print

Dopo essere stati presentati nel 2016 a Roma nelle sale del Palazzo della Cancelleria tra aprile e maggio 2016, a Bergen, in occasione del Festival delle Giornate Anseatiche presso il Bryggens Museum a giugno; dopo la mostra “Smalti di Querina” di sole ceramiche, tenutasi alla fine del 2016 alla Galleria Edarcom Europa di Roma; dopo la tappa nelle sale del Palazzo Ferro Fini in Venezia, sede del Consiglio Regionale del Veneto, sulla "Via Querinissima", svoltasi nel quadro del Carnevale di Venezia 2017, partner il CERS, Consorzio Europeo Rievocazioni Storiche insieme alla Contea del Nordland, Carnevale di Venezia ed altri e dopo il passaggio per la Fondazione Villa Fabris a Thiene la mostra ed il film sulla Storia della Querina arrivano ad Artepadova 2017, dove le opere di Franco Fortunato saranno esposte.

Franco Fortunato (Roma, 1946), grande appassionato di mare e storie di marineria, apprende le vicende della Gemma Querina e del suo equipaggio attraverso un libro edito dalla casa editrice Nutrimenti. Successivamente grazie al materiale documentale offertogli dai discendenti della famiglia Querini, approfondisce la conoscenza di quest’avventura dai diari di Pietro Querini, navigatore e mercante di nobile famiglia veneziana. Questi, partito da Creta per le Fiandre alla fine d’aprile del 1431 al comando della caracca Gemma Querina, costruita dai maestri d’ascia cretesi, con un carico di Malvasia, spezie, cotone e altre preziose mercanzie di provenienza mediorientale, dopo numerose peripezie, tra cui il danneggiamento della chiglia e del timone, fece naufragio a Sud dell’Irlanda e l’equipaggio, dopo una lunga navigazione alla deriva su un’imbarcazione di soccorso, raggiunse le acque delle isole Lofoten in Norvegia, duecento chilometri oltre il Circolo Polare Artico, avendone percorsi 2000. Tratti in salvo dopo un mese dai pescatori dell’isola di Røst, che nei diari vengono descritti come una comunità pura e generosa, Pietro Querini e i naufraghi superstiti furono loro ospiti per quelli che vengono definiti “100 giorni in paradiso”, per poi rientrare, attraverso un lungo viaggio via terra, a Venezia fra l’ottobre del 1432 ed il febbraio 1433. A questa vicenda gli storici fanno risalire l’inizio del commercio dello stoccafisso e del baccalà dalla Norvegia all’Italia, paese a tutt’oggi consumatore di oltre il novanta per cento di questo specifico prodotto ittico.

Nelle circa ottanta opere tra dipinti, ceramiche e tecniche miste presenti a Padova in una selezione, realizzate per raccontare questa avventura, Franco Fortunato traduce le emozioni contenute nel racconto di un “uomo di mare” con la consueta sensibilità che contraddistingue la sua ricerca artistica, capace di scomporre la materia per ricomporla in un nuovo immaginario.

L’esposizione è arricchita anche da un prezioso cortometraggio realizzato con la regia di Valentina Grossi, prodotto da CUT& Editing & More. Il video di circa venti minuti è stato costruito seguendo la cronologia della storia, utilizzando e rielaborando le immagini del Maestro con veri e propri movimenti di macchina, creando profondità e sfocature, tagli e sovrapposizioni che danno la possibilità ai vari elementi rappresentati di prendere vita fondendosi tra di loro in un’unica opera filmica.Un recital di tre attori, che interpreteranno Pietro Querini ed due suoi ufficiali integrerà lo scorrere del film con una lettura di stralci dei diari originali in lingua veneziana del 1431, Domenica 12 Novembre alle ore 16,30.

Il Prof. Otello Fabris, storico e storico della gastronomia ,terrà una conferenza il giorno Sabato 11 Novembre alle ore 16,30 presso il Padiglione 8 . La serie delle tavole realizzate sui diari autografi ha reso possibile la pubblicazione di un pregevole libro edito a cura de Il Mare Libreria Internazionale di Roma, punto di riferimento unico e luogo di “approdo” per tutti gli amanti della nautica da diporto e da competizione, per i patiti dell'esplorazione sottomarina,
archeologia e per i ricercatori di storie e di notizie riguardanti la cultura del mare in tutti i suoi aspetti.

Andrea Burato (Pietro Querini); Petruccio Santarossa (Cristofalo Fioravante); Paolo Francis Querini, patrizio veneto discendente di Pietro Querini , leggeranno estratti dai diari autografi in lingua veneziana del 1431 Domenica 12 ore 16,30 presso il Padiglione 8.

Artista: Franco Fortunato
Mostra: La Storia della Querina
Progetto: Franco Fortunato
Film: CUT& Editing & More
Conferenza: Otello Fabris , “Per mare e per terra - L'epopea del capitano Pietro Querini oltre il Circolo Polare Artico ( 1431-1432)”, Sabato 11 Novembre ore 16,30.
Recital : domenica 12 Novembre ore 16,30
Cura e coordinamento: Studio Franco Fortunato
Informazioni: www.francofortunato.com